Tu sei qui

Stato riserve idriche

In questa pagina viene presentato in forma grafica lo stato delle riserve idriche disponibili in Lombardia. I dati provengono dalle elaborazioni effettuate da ARPA Lombardia a cadenza settimanale e sono suddivisi nei principali bacini idrografici. Visita il portale www.arpalombardia.it per consultare il bollettino completo con l'analisi dettagliata per settimana, bacino e per tipo di riserva.
Le riserve idriche possono essere di tre tipologie differenti:

  • SWE: Snow Water Equivalent, specifica il volume dell'acqua ottenuta dalla fusione del manto nevoso.
  • Invasi: volume complessivo trattenuto negli invasi idroelettrici di montagna, dove presenti.
  • Lago: volume disponibile tramite la regolazione del lago, dove presente.

Per ciascun bacino i dati più recenti vengono inseriti in una tabella che riporta la loro variazione rispetto al valore medio del periodo. I colori indicano il livello di criticità:

  • VERDE - assenza di criticità: volume disponibile superiore o uguale alla media del periodo di riferimento;
  • GIALLO - criticità bassa, attenzione: volume disponibile inferiore alla media, fino a -30%;
  • ROSSO - criticità media/alta, allerta: volume disponibile inferiore alla media, oltre -30%.

La situazione complessiva di ogni bacino viene infine sintetizzata da un semaforo. Anche in questo caso i colori rispecchiano il deficit nella risorsa, così come indicato nella D.G.R. n.3380 del 14 luglio 2020.
Nella sezione "Segnalazioni di criticità" viene infine riportato l'elenco delle eventuali criticità presenti, frutto delle segnalazioni dei Consorzi di bonifica. Le stesse vengono rappresentate nella mappa in forma puntuale oppure areale. Le date di aggiornamento delle segnalazioni e quelle delle riserve idriche possono non coincidere dal momento che per entrambe viene riportata la situazione più recente tra quelle disponibili.

 

Ultimo bollettino riserve idriche.

 

Indietro

STATO QUANTITATIVO DEI CORPI IDRICI

Avanti

Secondo quanto previsto dal bando, l’investimento dovrà consentire un risparmio idrico potenziale pari almeno al 25%.

La procedura guidata consente di conoscere, sulla base dei dati a disposizione dei Regione Lombardia, lo stato quantitativo del/i corpo/i idrico/i fonte di acqua per l'irrigazione dei terreni oggetto dell'investimento. Al termine della procedura sarà possibile stampare un REPORT che dovrà essere allegato alla domanda di finanziamento.

N.B. Per ogni singola relazione FONTE - RELATIVI TERRENI IRRIGATI NEL MEDESIMO COMUNE è necessario effettuare la procedura guidata e stampare il relativo report.

Per iniziare la procedura selezionare nel menu a tendina sottostante la tipologia di approvvigionamento fra le seguenti:


Selezionare la modalità di approvvigionamento irriguo:
Provincia in cui si trova la captazione: